Menu
Catia

Catia

Medico Veterinario

URL del sito web:

I gattini crescono!!!

I gattini nascono ciechi e sordi e per riuscire a raggiungere i capezzoli della madre per succhiare il latte non possono che affidarsi agli unici sensi che hanno a disposizione appena nati, il tatto e l’olfatto.

La madre li accudisce con premura fin da subito e soprattutto nei primi giorni lascerà il nido molto di rado e per periodi molto brevi, è per questo che sarà importante avvicinare alla cucciolata acqua, cibo e lettiera in modo che la gatta possa soddisfare tutte le sue esigenze.

Le esposizioni feline

Se si pensa di voler intraprendere la carriera delle esposizioni cinofile con il proprio futuro micio la prima cosa da fare è scegliere un gattino della razza preferita che sia  ben promettente.

Nessun allevatore potrà mai prevedere con certezza come avverrà lo sviluppo morfologico di un gattino di pochi mesi ma sicuramente potrà consigliarvi, in base alla sua esperienza, agli accoppiamenti già effettuati e ad un’accurata analisi dell’aspetto del piccolo quello che potrebbe essere il gattino più promettente.

Come si riproducono i gatti

Le gatte, soprattutto se vivono in casa, hanno perso ormai la loro stagionalità dei calori e tendono ad avere estri in tutto il periodo dell’anno. Per estro si intende un periodo di 5-6 giorni in cui la gatta è recettiva al maschio e si può riprodurre.

Le gatte sono animali poliestrali ovvero hanno più estri consecutivi per ogni stagione riproduttiva. Questo significa che qualora una gatta non si accoppi o non rimanga gravida continuerà ad avere estri in successione ogni 15-21 giorni.

Pinscher

Nazionalità: Germania

Sezione: 1 - Tipo pinscher e schnauzer

Varietà: a) da rosso-marrone a rosso cervo; b) nero-focato;

 

Origini

I cani di tipo pinscher hanno origini molto antiche, li ritroviamo già raffigurati nelle testimonianze archeologiche ai tempi delle palafitte.

Il pinscher nano o Zwergpinscher ha invece una storia molto più recente in quanto è stato creato in Germania nella seconda metà del 900 grazie ad un’accurata selezione di pinscher riproduttori di dimensioni sempre più ridotte.

Cane da ferma tedesco a pelo corto (Kurzhaar)

Deutsch Kurzhaar, Braqueallemand a poil court, German short-haired pointing dog, braco aleman de pelo corto

 

Nazionalità: Germania

Sezione: 1.1 - Cani da ferma continentali, tipo bracco

 

Origini

Non c’è molta chiarezza sulle origini di questo cane. Si pensa che il Kurzhaar discenda dal bracco spagnolo introdotto in Germania verso la metà del XVII secolo.

Cane di San Bernardo

St. Bernahardshund, Chien du Saint-bernard, Saint Bernard dog, Perro San Bernardo

 

Nazionalità: Svizzera

Sezione: 2 - Molossoidi e cani da montagna

Varietà: a) pelo corto; b) pelo lungo

 

Origini

Questo cane ha origini antichissime ed asiatiche. Si hanno testimonianze dell’esistenza di questi molossoidi già al tempo degli antichi assiro-babilonesi in Mesopotamia, probabilmente discendenti dall’antico Mastino Tibetano.

Springer Spaniel Inglese

Nazionalità: Gran Bretagna

Sezione: 2 - Cani da cerca

 

Origini

Le origini più remote dello Springer sono comuni a quelle del Cocker e del Setter Inglese. La razza così come si conosce ha origini molto più recenti, a partire dal 1812 quando un gruppo di appassionati cominciò a selezionare ed allevare ceppi di Spaniel precursori degli attuali Springer Spaniel.

Taurina: il gatto non ne può fare a meno!

La taurina è una sostanza individuata nella prima metà dell‘800 nella bile di bue, motivo per cui viene chiamata Taurina.

Si tratta di un amminoacido solforato composto da azoto, carbonio, idrogeno, ossigeno e zolfo.

Le principali funzioni di questa molecola all’interno di un organismo sono la partecipazione al meccanismo di produzione degli acidi biliari, la regolazione del passaggio del calcio dall’interno all’esterno delle cellule ed un’azione antiossidante.

L'appetibilità degli alimenti

Spesso i proprietari di cani e gatti cercano di soddisfare le esigenze alimentari dei loro amati animali cercando di acquistare per loro il cibo che più preferiscono. 

Un proprietario considera buono o meno un alimento in base al gradimento che il proprio animale ha di quel cibo, per cui quei cibi che verranno letteralmente divorati non appena presentati saranno degli ottimi cibi mentre quelli scartati o mangiati svogliatamente verranno considerati scadenti dai proprietari.

Sottoscrivi questo feed RSS

Cerca

Login or Register