Menu

Cane di San Bernardo In evidenza

  • Vota questo articolo
    (0 Voti)
  • Pubblicato in Razze Canine
  • Letto 1330 volte

St. Bernahardshund, Chien du Saint-bernard, Saint Bernard dog, Perro San Bernardo

 

Nazionalità: Svizzera

Sezione: 2 - Molossoidi e cani da montagna

Varietà: a) pelo corto; b) pelo lungo

 

Origini

Questo cane ha origini antichissime ed asiatiche. Si hanno testimonianze dell’esistenza di questi molossoidi già al tempo degli antichi assiro-babilonesi in Mesopotamia, probabilmente discendenti dall’antico Mastino Tibetano.

Sia ai tempi dei romani che nel medioevo vennero impiegati per difendere sia i passi alpini che castelli e monasteri. Proprio in virtu’ del fatto che rimasero confinati in zone isolate di montagna, questi cani conservarono intatte le loro caratteristiche ancestrali e proprio su di loro cadde l’attenzione dei monaci del Gran San Bernardo ( da cui questi cani traggono il loro nome) per utilizzarli sia come cani da difesa dei monasteri che come cani da salvataggio nelle zone montane più impervie viste e considerate le loro caratteristiche di forza e robustezza.

I monaci del Gran San Bernardo fecero nei secoli un’enorme selezione di questi animali cercando di affinarne sia l’olfatto che le doti di salvataggio e i loro documenti ci dimostrano che dal 1730 al 1930 questi cani salvarono più di 2000 persone.

 

Aspetto

Si tratta di un cane imponente, vigoroso e forte.

Il cranio è massiccio e largo. Sulla fronte la pelle forma delle spesse pieghe che convergono verso il solco frontale.

Lo stop è molto marcato, il muso è corto e squadrato, la canna nasale diritta.

Gli occhi sono di media grandezza, di colore bruno scuro e con espressione intelligente ed amichevole.

Le orecchie sono grandi e pendenti.

Il tronco è possente, gli arti robusti e ben in appiombo.

La coda è lunga e molto pesante.

Nella varietà con mantello a pelo corto questo è fitto, ben aderente e lucido mentre nella varietà a pelo lungo il pelo è di media lunghezza, da liscio a leggermente ondulato.

Il  colore ammesso è bianco e fulvo con più o meno estensione del bianco. Non sono ammessi mantelli unicolori privi del bianco.

Questi cani non hanno un limite massimo di altezza ma solo un limite minimo di 70 cm che dovrebbe comunque essere ampliamente superato. Sono abbastanza frequenti i soggetti che superano i 100 cm di altezza.

Il peso può andare abbondantemente sopra il quintale.

 

Attitudini

E’ un cane molto dolce con un forte istinto per il salvataggio, soprattutto sulla neve. Se vedono una persona in difficoltà sulla neve si lanciano immediatamente in suo aiuto.

Molto docili ed estremamente sicuri con i bambini (il San Bernardo è considerato il miglior baby sitter del mondo canino), assolutamente mai aggressivi possono essere degli ottimi guardiani della proprietà poichè sono abbastanza territoriali.

 

Note

Si tratta di un cane molto robusto, l’unico punto debole sono gli occhi che possono presentare un’eccessiva lacrimazione o l’entropion (difetto congenito della forma delle palpebre).

Considerata la grossa mole ha necessità di molto spazio ma adora comunque vivere in casa ai piedi del proprietario.

D’estate può soffrire il caldo per cui è indispensabile che ci sia una bella ombra nel giardino in cui vive.

E’ indispensabile seguire una corretta e ben bilanciata alimentazione in tutte le fasi di crescita del cucciolo poichè la crescita veloce e la grande mole possono favorire difetti di sviluppo dell’apparato scheletrico.

 
Ultima modifica ilDomenica, 13 Gennaio 2013 09:14

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

Cerca

Login or Register