Menu

I gattini crescono!!! In evidenza

I gattini nascono ciechi e sordi e per riuscire a raggiungere i capezzoli della madre per succhiare il latte non possono che affidarsi agli unici sensi che hanno a disposizione appena nati, il tatto e l’olfatto.

La madre li accudisce con premura fin da subito e soprattutto nei primi giorni lascerà il nido molto di rado e per periodi molto brevi, è per questo che sarà importante avvicinare alla cucciolata acqua, cibo e lettiera in modo che la gatta possa soddisfare tutte le sue esigenze.

 

Durante i primi giorni i gattini passano l’intera giornata ad alimentarsi e dormire, solo dopo la prima settimana cominceranno a manifestare i primi atteggiamenti caratteristici come soffiare se vengono presi in mano o se percepiscono un odore estraneo o fare le fusa in segno di benessere quando la madre si avvicina per allattarli.

Sarà bene prendere in mano ed accarezzare i micini fin dai primi giorni, per abituarli ad essere manipolati dalle persone e per stimolare il loro sviluppo sensoriale.

 

Dopo le due settimane gli occhi dei gattini si aprono e le orecchie si drizzano per cui l’ambiente che li circonda comincia a fornirgli nuove sensazioni e stimoli. Da questo momento in avanti i gattini cominceranno a scoprire il proprio corpo, successivamente quello dei fratellini e subito dopo l’ambiente che li circonda.

In queste prime settimane impareranno a muoversi ed acquisire sempre maggiore agilità. Cominceranno a giocare e sperimentare le loro capacità. Utilizzeranno sempre di più le zampe e la bocca ed impareranno dalle reazioni dei fratelli quanto si possono spingere nel gioco e quando invece si dovranno fermare. 

Cominceremo a vederli azzuffarsi, miagolare, rincorrersi ed esplorare tutto l’ambiente intorno al nido.

 

Con il passare delle settimane aumenterà il tempo che i gattini dedicheranno al gioco, all’esplorazione ed alle attività da svegli e migliorando via via le proprie capacità motorie diverranno sempre più attivi.

A questo punto la gatta è probabile che sposterà l’intera cucciolata in un ambiente diverso, che possa offrire ai figli maggiori stimoli e possibilità di movimento. Spesso nel soggiorno di casa, a maggior contatto con l’essere umano.

Sarà possibile in questa fase apprezzare già le varie differenze nel carattere dei micini, infatti vedremo quelli che in confidenza cominceranno a mangiare dalla ciotola e giocare con l’essere umano e quelli che non appena percepita la presenza umana soffieranno e si nasconderanno sotto qualche mobile.

In questa fase è di fondamentale importanza manipolare molto i giovani gattini ed abituarli al contatto con l’uomo per non rischiare di andare incontro a problemi di relazione o comportamentali nei gatti giovani adulti.

 
Ultima modifica ilMercoledì, 23 Gennaio 2013 23:25
Altro in questa categoria: « Come si riproducono i gatti

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

Cerca

Login or Register